top of page

Shiatsu e ricerca scientifica: un viaggio appena iniziato

Aggiornamento: 3 giorni fa

persona malata su sedia a rotelle

Lo Shiatsu è ancora molto poco conosciuto e gli effetti, sia nel breve che nel lungo termine, necessitano di ulteriori studi per comprovarne la valenza. Le parole di chi si sottopone ai trattamenti di Shiatsu sono inequivocabili e qui ce ne sono tante. Ma cosa dice la ricerca scientifica?


Shiatsu e ricerca scientifica


Vorrei condividere con te una ricerca scientifica che potrebbe essere una delle prime nel suo genere. Questa ricerca è stata presentata al Convegno Mondiale delle Cure Palliative a Trondheim, Norvegia, nel maggio del 2008.


Nel 2005, la Scuola Shambàla Shiatsu ha avuto l’idea di proporre all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano un progetto di ricerca che attestasse quanto lo Shiatsu possa influire positivamente sul benessere dei malati oncologici.


Voglio sottolineare che lo Shiatsu non è una terapia e non interviene direttamente sulla patologia. Non sostituisce la cura medica, ma nel totale rispetto della diagnosi e prognosi fatte dal medico e dal personale sanitario, migliora in maniera naturale lo stato di salute della persona aggredita dalla patologia.


Douglas Gattini, direttore didattico della Scuola di Shiatsu, ha intervistato il Dr. Augusto Caraceni, Direttore dell'Hospice dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, per parlare della relazione tra Shiatsu e Oncologia.


Durante l'intervista, il Dr. Caraceni ha spiegato come lo Shiatsu possa essere di supporto ai malati oncologici, migliorando la loro qualità di vita. Non si tratta di un trattamento che cura il cancro, ma di un approccio che può alleviare alcuni dei sintomi associati alla malattia e ai trattamenti oncologici, come la nausea, il dolore e la fatica. In sostanza, lo Shiatsu può contribuire a rendere più sopportabile il percorso terapeutico.


Puoi guardare l'intervista completa seguendo questo link (durata 13’ 23’’).


Esperienze e testimonianze


Le testimonianze dei pazienti sono un aspetto cruciale per comprendere il valore dello Shiatsu. Molti pazienti oncologici che hanno sperimentato questa pratica riportano sensazioni di profondo rilassamento e un miglioramento del loro stato emotivo. Alcuni parlano di una riduzione del dolore e di una maggiore capacità di affrontare le terapie tradizionali con più serenità.


Questi benefici danno la forza di affrontare la chemioterapia con uno spirito diverso, più positivo.

Lo Shiatsu nel contesto terapeutico


Se lo Shiatsu e la ricerca scientifica hanno dato risultati positivi in soggetti con patologie così gravi, cosa può fare in ogni altro ambito terapeutico? La risposta è promettente. Lo Shiatsu può essere un complemento prezioso in molte altre condizioni di salute, offrendo supporto per la gestione del dolore cronico, la riduzione dello stress, il miglioramento del sonno e il rafforzamento del sistema immunitario.


La pratica dello Shiatsu si basa su principi antichi di bilanciamento energetico e rilassamento profondo. Attraverso una combinazione di pressione, stretching e tecniche di respirazione, lo Shiatsu lavora per riequilibrare il flusso di energia nel corpo, promuovendo la guarigione e il benessere generale.


Lo Shiatsu è una pratica che merita attenzione e ulteriori studi per comprenderne appieno i benefici e le potenzialità. Le esperienze dei pazienti oncologici e i primi risultati della ricerca scientifica indicano che questa tecnica può offrire un significativo sollievo e miglioramento della qualità della vita.


Se conosci qualcuno che potrebbe beneficiare dello Shiatsu, ti invito a condividere questo articolo. Grazie per il tuo tempo e attenzione.


Buon Shiatsu,

Agnese

ps: leggi l'esperienza di Silvia e i benefici dello Shiatsu che ha ricevuto



18 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page